Mettere a letto i bambini , ” senza “fatica

Risultati immagini per foto di bimbi nel lettoneSulla questione di come far dormire i propri figli , ci sono molte teorie , filoni  di pensiero , che arrivato il momento non sappiamo a quale aderire . Perchè , se le maggiori informazioni si raccolgono nel periodo della gravidanza , una volta avuto il fagottino le cose cambiano . Sentir piangere una creatura di un paio di giorni e iniziare a renderla responsabile , su una questione complessa come quella di dormire da soli  , dopo nove mesi in cui si è vissuti in simbiosi e uniti nello stesso corpo , a mio avviso è una follia . Ci sono ricerche scientifiche al riguardo , dove si è comprovato che un neonato sino a 7/8 mesi non ha nemmeno la consapevolezza del proprio corpo e pensa di essere una prolungazione delle mamma . Il bambino piange in questo periodo , quando la mamma non è presente , perchè pensa che gli manca un arto , un  qualcosa di se stesso e non perchè non vede la mamma , come persona . Quindi pensate il disaggio psicologico , di una scelta cosi drastica per un bambino piccolo . Molti pensano che un neonato , non capisca niente dell’ambiente circostante , SBAGLIATO . La Melanie Klein , psicanalista infantile , scopre che il bambino nasce con un patrimonio emozionale , che lei chiama  OGGETTI INTERNI , OSSIA ( SENO , OGGETTO MASCHILE SESSUALE E OGGETTO FEMMINILE SESSUALE ) CHE SONO , IN REALTA’ LA CREAZIONE ( IL SENO NUTRE , L’UNIONE DEI GENITALI DANNO LA VITA ) . Questi oggetti interni  , sono ovviamente a livello inconscio . Attraverso essi il bambino si relaziona al mondo esterno e gli investe di impulsi ( AMORE O ODDIO ) .

Vi faccio un esempio : il bambino ha fame . La mamma afferma che esso piange per altri motivi , perchè è convinta che lui non ha fame . Magari dice , è stato attaccato la seno fino adesso e quindi . . . .  Può anche essere che un neonato si addormenti al seno e non  mangiare affatto . Se il seno non arriva e lui ha veramente fame , il neonato è disperato , lui non consce la mediazione delle emozioni , non esiste ” la pazienza ” in esso , esiste solo L’amore o l’oddio . A questo punto entrano in atto gli oggetti interni , e il seno buono che nutre , diventa cattivo , perchè mi viene negato . Quindi l’oggetto dell’amore viene odiato , ma quando il seno arriva e nutre , il bambino ha paura di essere avvelenato , ma non può fare a meno di prenderlo , altrimenti muore . Questa dinamica inconscia , una volta scatenata si riproporrà all’infinito nella mente emotiva  del bambino .

Lo stesso vale anche per il amore negato , nel far mancare ad un neonato il affetto materno della mamma , nel momento della nanna .

Torniamo a noi . Non si sa mai a chi dare ragione ( genitori , amici , educatori , puericultrici ecc. ) . Confesso che il problema non lo mai avvertito , perchè sin dall’inizio io e mio compagno non abbiamo mai avuti difficoltà , nel far dormire la bambina nel lettone .
I problemi , a tutti i costi volevano creargli gli altri : siete degli irresponsabili , il bambino deve saper addormentarsi da solo , piangerà per un po di giorni , poi gli passerà , siete stati voi ad indurli questa sofferenza  perchè non l’avete fatto dal inizio , e tutto cosi .  Un sacco di sensi di colpa !
Ma io , ho sempre seguito il mio istinto , poi gli studi universitari , le esperienze lavorative mi hanno sempre servito a seguire la mia di strada , come genitore .
Ricordatevi sempre , fare i genitori è un compito non facile ( sopratutto oggi , nella nostra difficile società ) ma bisogna ascoltare il proprio cuore / informarsi sempre /confrontarsi e scegliere con molta consapevolezza ciò che a tuo figlio va bene .
Tutti i bambini hanno bisogno delle stesse attenzione dalla mamma / cure premurose / affetto e tanto affetto / tempo e qualità nella stessa misura / stimoli positivi / lasciargli liberi ad esplorare il territorio / dargli fiducia e appoggiargli nelle loro esplorazioni / creare un clima positivo e di leggerezza in casa ecc. Tutto questo costituisce le basi per una vita emotiva stabile , e il bambino diventato adolescente / adulto andrà a raccogliere continuamente i frutti seminati nei primi anni di vita , come fosse un giardino dell’Eden .

Mettere il bambino a letto costituisce un momento importante , di transizione , perchè spesso è discusso / condiviso precedentemente con il marito / compagno , basato a volte su pregiudizi ( come ricordato prima ) ,
Io vi racconto la mia di esperienza , poi successivamente scriverò articoli più scientifici .
La nostra bambina ha sempre dormito nel lettone , senza nessun problema . Verso un anno gli abbiamo comprato il suo lettino , ma lei non c’è MAI dormita . Piangeva , e  non riuscivamo a vederla stare male .
Nonostante questa nostra irresponsabilità , lei è sempre stata bene ( una bambina vivace , curiosa, sorridente , super sociale , intraprendente , simpatica , bellissimo inserimento al nido all’età di 14 mesi ( tengo a precisare che anche qua abbiamo tenuto conto delle sue esigenze , di stare insieme agli altri bambini , ma continuare a condividere con la mamma tanto tempo . Al nido ci va dalle ore 9.00 / 14.00 ) .
A 2 anni abbiamo deciso , di abbandonare l’idea di farla dormire nel suo lettino , e  abbiamo fatto la sua stanzetta con un letto di una piazza .
Risolto il problema !!!!!!! Lei si addormenta con me nel letto ( non più di 10/15 minuti ) , guardiamo 2/3 episodi di ” Rapunzel ” prima ( questo ovviamente perchè a lei piace )  , senza nessun pianto , disperazione , sensi di colpa o altro .
Questa nostra esperienza , mi rafforza l’idea che i bambini hanno bisogno di crescere , maturare insieme ai propri genitori , poi sono essi da soli a decidere .
Ciò che mi spaventa di più ,riguardo alla crescita dei bambini è quando sento genitori ,  ” eserciti di genitori ” che non lasciano potere di decisione / libertà/ accettazione ai propri figli . Non solo bruciano le tappe di sviluppo a spese dei poveri bambini , ma insegnano loro la durezza della vita sin dagli anni più teneri , che dovrebbero essere i più spensierati e gioiosi .
Buona lettura . Grazie .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...