Le sirene di Ulisse

Avverto con stupore , che la nuova frontiera della televisione , non è più l’informazione , il divertimento , la teatralità , la bravura , ma bensì il personaggio del momento , che troppo spesso non ha niente da dire . Viene incoronato dal web , come influenzer di qualcosa , e gode di visibilità momentanea . La mia provocazione , ” non ha niente da dire ” , nasce dal fatto che si sa  cavalcata l’onda , ma  non sa reinventarsi , riproporsi al pubblico come capace di qualcosa .

L’artista è morto . L’  Icona del cinema , della televisione , il Mike Buongiorno , Pipo Baudo , Renzo Arbore , sono tramontati  . Non abbiamo più il potere di creare ” il mito ” . Il mito di oggi , nasce e muore nello stesso giorno .

Il canto ammaliante delle sirene , fa ancora paura ? Ulisse , fa coprire le orecchie con cera ai suoi compagni , e lui si fa legate ad un albero della nave , perché non vuole rinunciare al canto delle sirene . Le sirene sono il simbolo della sete di conoscenza , del sapere .

Il mondo di oggi , ha la preparazione , la curiosità , la volontà di ascoltare , il canto ammaliante delle sirene , senza lasciarsi ingannare , perdere nelle loro voci dolci , suovi ? Metaforicamente , L’ Odisse di Omero , ci da la possibilità di leggere , interpretare , un concetto importante della società di oggi . Le persone sono continuamente attirati , ammaliate dalle  voci , colori , ricchezze virtuali del web , social network , televisione ma non ha la capacità , la cultura di essere un semplice spettatore . Essere un semplice spettatore , significa saper distinguere tra identificazione e criticismo .

Analiziamo un po’ , l’effetto catalizzatore che questo mondo d’orato , esercita su una massa di popolazione ?

Riflettiamo un po’ , sul fenomeno Rovazzi , canta 2 canzoni da due anni ,  e ha milioni di visualizzazioni . Il messaggio sublimale , che manda al popolo che lo segue è : canta , trova il ritmo giusto che riesca a stimolare il ballo , mette dentro parole della recente realtà ed è tutto fatto ” . E così che viene percepito da una grande maggioranza del pubblico , che per di più sono giovani . Ma non è affatto così , la verità è  , che lui e amico  di Fedez , e Fedez ha un determinato numero di fans , che segue la sua musica . Rovazzi non ha fatto altro , che strumentalizzare l’introduzione del suo ” Andiamo a comandare ” con le due cazzate dette da Fedez ,e così i fans di quest ‘ultimo ha decretato vincitore Rovazzi . Poi , la canzone esce  in estate , diventa il hit estivo , si balla in spiaggia , il ritmo della canzone è molto ballerino , e abbiamo dato vita ad un altro ” mito ” .

Sembra quasi che l’impegno , il lavoro , la fatica non siano più coltivate , perché non necessari . Si può avere tutto , solo divertendosi !

Ma vi immaginate voi Celentano , Al Bano , Massimo Ranieri , Sophia Loren che dopo un esibizione , conquistano il successo ? Il loro successo è frutto di amore  per la propria arte , studio  , impegno , sudore , frustrazione , molto lavoro . Essi hanno sempre dimostrato , una grande responsabilità verso il loro pubblico , perché percepivano l’identificazione del pubblico .

Vediamo adesso , il mito Chiara Feragni . La televisione , il web la segue in milioni , ma la verità , che sta dietro al suo successo , nessuno non lo dice . Tutti vedono  nella sua immagine ,  bravura , intelligenza , lungimiranza creata dal niente , da una semplice intuizione . Invece la verità è , che lei è figlia di una famiglia molto ricca , che ha favorito un certo inizio , spalancato porte , investito con i soldi di papà , molte pubblicità sui suoi social e poi preso piede il fenomeno , grazie anche alle diverse possibilità che il web offre . La sua vera bravura sta nel indossare abiti . Ma vi rendete conto , di come la sua presunta fama , distorce il pensiero , l’autostima dei nostri giovani , che vedono in lei una ” guru ” .

Vedete , a me non interessa criticare nessuno , perché se sono capaci di guadagnare in modo onesto e crearsi un impero dal nulla , posso solo dire chapeau ! Ma quello che mi permetto di osservare , è come queste realtà virtuale , sono diventate le piattaforme a cui molti giovani fanno riferimento , per costruire la loro vita . Sappiamo molto bene , come la società di oggi presenti , una grande carenza nell’educazione dei ragazzi , incapacità di agganciargli in situazioni di crescita consapevole , di insegnare l’autocontrollo , gestione delle emozioni , di allontanargli dalle dipendenze , di offrirgli modelli di vita positivo . La mia denuncia, non è legata a smontare i ” miti di oggi ” , ma di avvertire , come  la presa  emotiva dei social influenzi la crescita dei ragazzi . E mi piacerebbe , che essi ne sentano la responsabilità , perché quando ti metti la  faccia di fronte a milioni di persone , guadagnando pure , un po’ di rispetto ,  potresti pure coltivare .

La cultura narrativa , la biblioteca , l’intelletuale lascia spazio a nuove frontiere di costruire il sapere oggi . La teoria di ieri , frutto di duro lavoro , oggi viene costruita in rete . Sono i folower , le visualizzazioni a scrivere la storia . Una storia forviante , senza cultura , scrupoli , che nasce e muore continuamente . Il nulla diventa Bibbia .

L’uomo potrà mai , avvenire alla sua natura in questo modo  ?

Potrà mai , continuare ad evolversi , senza impiegare la  funzione pensante del cervello ?

I nostri figli , studierano ancora libri scolastici contemporanei , che raccontino  eccellenza , bellezza , arte , perfezione ?

Saremo ancora capaci a reagire , a questa guerra senza morti , per istinto di sopravvivenza?

Grazie .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...