Il paradigma del ” pensiero corto “

Risultati immagini per fotografie bianco e nero

 

NEL 2005 , il professor James Suterland dell’Università di Londra sfidò i suoi allievi di letteratura Inglese a ridurre un romanzo complesso come l’Ulisse di James Joyse nello spazio concesso di un SMS , ossia in centosessanta  battute  . La provocazione sortì l’effetto della sfida globale , poichè alcuni studenti rilanciarono quello che divenne per internet il gioco del pensiero corto . Il pensiero corto economizza , non paga il biglietto della complessità , semplifica ed imbroglia . In questo scenario complesso , che si lascia spazio all’immediato , all’attimo , la tecnologia permette l’esistenza di  molti scenari che consentono il manifestarsi del pensiero  corto : gli sms , racchiudono pensieri , gli slogan pubblicitari come condensato filosofico e politico , le email che riducono il formalismo della lettera scritta , i social network come twitter che dilagano come espressione della persona in poche righe , le stesse notizie divengono news , ridotte e immediate da consumare e dimenticare .

Il filosofo Yves Michaud , descrive il nostro mondo ” SINCOPATO ” , RIDUCENDO LA CULTURA a spezzoni , frammenta la conoscenza . Il pensiero corto permette di rimanere ancorati alla realtà quotidiana , ma riduce anche la vista , non permette la capacità di sintesi e di sistemazione critica . Il rischio per i giovani , è quello di credere di possedere l’illusione di conoscere il mondo , perchè lo si scopre come un ” giardino globale ” , dove tutti paiono connessi nella rete . Il problema principale è che mancano i nodi della rete , quindi i legami e i vincoli attraverso quali si costruire storia e cultura .

Bauman , per esprimere il disagio della società di oggi , utilizza la metafora del ” vagabondo ” . Il cittadino smette di essere pellegrino della propria vita , ,  , cioè nella ricerca continua di dare senso al suo cammino  , e diventa ” vagabondo ” . Vagabondo sta per il turista che vive il tempo in maniera ciclica .

GRAZIE .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...