LE FLIC DANS LE TETE

augusto-boalIl teatro dell’oppresso ( TdO ) è figlio di una pedagogia orizzontale , dialogica , fondato sulla convinzione che ogni uomo detiene dentro di sè , un sapere funzionale alla risoluzione dei problemi e alla decodifica delle realtà che incontra . Si tratta di una pedagogia in cui educatori , partecipanti sono posti sullo stesso piano ed opererano in un regime di reciproco apprendimento entro un seeting circolare . TdO postula una conoscenza esperienziale , sempre collegata all’azione del soggetto , che comunica con il linguaggio corporeo , inviando e ricevendo messaggi ad altri corpi , attraverso l’attivazione di tutti  i sensi .

Il teatro dell’oppresso risale alla fine degli anni 50′ in Brasile , dove AUGUSTO BOAL ( 1931 – 2009 ) , ideatore di questa forma di teatro sociale è molto sensibile alle tematiche sociali di un paese pieno di contraddizioni , come il Brasile , in cui le condizioni di oppressione e disuguaglianza sono particolarmente gravi . Le problematiche coinvolge aspetti politici , di  alfabetizzazione , sociali , individuali . Le messe in scena di Boal , erano azioni di tipo culturali , con connotazioni di tipo socio – politico . Spettacoli molto semplici , basati su elementi corporei , sulla narrazione di fatti eroici e strumenti di facile comunicazione , come la musica e il canto . I testi di narrazione erano  interpretati oppure seguiti alla lettera , e a volte creavano fraintendimenti , come una volta in un villaggio , dove l’aspetto teatrale prende le sembianze di una vera rivolta da parte dei partecipanti , pronti a imbracciare il fucile “ e a versare il propri sangue ” . L’incomprensione massiva viene raggiunta quando Boal stesso , accortosi delle difficoltà delle persone di plagiare i loro sentimenti , ammesse che il teatro è una finzione e che nessuno dei suoi attori , lui compresso , sarebbe stato in grado di condurre una guerriglia . L’episodio faceva riferimento al detto di Che Guevara , che affermava che ” essere solidali significa correre gli stessi rischi ” .

Boal e la sua compagnia vene presa di mira dallo stato e smetterò di viaggiare per il paese a insegnare la presa di coscienza della propria oppressione . Dopo i due colpi di stato , degli anni 60′ in Brasile si ha l’avvento di regimi duri e autoritari . Le conseguenze verso il regista sono molte , il suo teatro viene chiuso , lui viene incarcerato , torturato e costretto a vivere in semi – clandestinità . In questi anni di esilio , lui elabora una forma più complessa di teatro , cioè ” Il TEATRO FORUM ” , CHE E’ UN ‘ ARTICOLAZIONE DEL TEATRO DELL’OPPRESSO .
QUESTA NUOVA FORMA DI TEATRO , prelude a forme più complesse e psicologiche con una pressa maggiore sullo spet -attore .

QUALI ?

  • SITUAZIONI PROBLEMATICHE E CONFLITTUALI BEN CONOSCIUTE DAL PUBBLICO
  • QUANDO L’ATTORE GIUNGE AD UNA BIVIO CHE CHIEDE UNA PRESA DI POSIZIONI , VIENE INTERPELLATO IL PUBBLICO
  • ESSO E’ CHIAMATO AD AGIRE CON LE SUE CAPACITA’ , SAPERE
  • SEMPRE QUEST’ULTIMO INTERAGISCE , ANIMA , PROPONE GESTI , BATTUTE
  • IN UNA FORMA DI INTERAZIONE DIRETTA , IL REGISTA – ATTORE PERDE LA SUA FUNZIONALITA’ E I PROBLEMI VENGONO RISOLTI CON I STRUMENTI CULTURALI , INDIVIDUALI CHE OGNI UNO POSSIEDE
  • L’ESPERIENZA CONCRETA è VINCENTE PERCHE’ DIETRO AD UN COMPORTAMENTO C’E’ UN COINVOLGIMENTO EMOTIVO E DI TRANSFERT CON CONSEGUENZE CONOSCITIVE , EFFICACI
  • SI SVILUPPO PER LA PRIMA VOLTA IL CONCETTO DI EMPOWERMENT
  • I TEMI SONO SEMPRE SITUAZIONI DI OPPRESSIONE SOCIALE , INDIVIDUALE
  • E UNA FORMA TEATRALE CHE FUNZIONA COME UN GRANDE SPECCHIO , L’INDIVIDUO RIESCE A VEDERE IL CONTESTO IN CUI VIVE E NON RIESCE A PERCEPIRLO COME TALE , A SUPERARLO
  • SI ASSISTE AD UNA FORMA DI COSCIENTIZZAZIONE
  • E’ UN LUOGO DOVE  LE IDEE , STRATEGIE , ENERGIE DIVENTANO PATRIMONIO COMUNITARIO
  • TdO VIENE CHIAMATO JOLLY , OVVERO GLI ATTORI HANNO IL RUOLO DI RISCALDARE LA SCENA E DI FARE DA TRAMITE TRA PUBBLICO E IL TEMA .

Un altra forma di TdO è IL TEATRO INVISIBILE . NE SCRIVERO’ IN UN PROSSIMO ARTICOLO .

GRAZIE .

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...