C’è davvero un’ordine universale all’origine del mondo ?

319735_417942114915153_408311042_n

Vogliamo vedere oggi , come lo stato naturale dell’uomo , non sarebbe bastato a se stesso per evolversi e diventare , colui che padroneggia questo mondo .  J .J . Rouseau è uno trai primi che intende l’infanzia , come ” un periodo d’oro e fertile ” nella vita complessiva dell’uomo . Anzi lui parla di ” tabula rasa ” , che sarebbe il patrimonio filogenetico dell’uomo , e solo la contaminazione con la società , rivela e sviluppa  ” il male ” nell’uomo . Infatti , la sua opera ” EMILIO ” , simbolo di un primo approccio verso l’educazione di un essere umano   , descrive come i passaggi dell’educazione non sono altri che quelli da tenere lontano il bambino dalla società inquinata  , crescerlo all’aria aperta , motivarlo , metterlo in competizione con gli altri , vincere la pigrizia . Ma sappiamo che la storia è storia , la pedagogia ha fatto passi importanti nell’approccio educativo e la sperimentazione , la scoperta sono ingredienti principali per uno sviluppo sano e consapevole .

Per arrivare all’educazione dell’uomo , che non risale cosi lontano , rispetto alla storia dell’umanità sono stati altri e diversi studi che coinvolgono l’essere e il suo percorso d’evoluzione  : antropologia , psicologia , filosofia , astrologia , sociologia , medicina , teologia  e possiamo affermare con certezza , che anche materie puramente astratte come la matematica , chimica , fisica hanno un diretto rapporto con la necessita dell’uomo di staccarsi dallo stato naturale . Se l’uomo non fosse andato incontro all’evoluzione , che con Darwin abbiamo avuto una determinata teoria , che resiste ancora oggi , l’uomo non sarebbe stato in grado di ” apprendere ” . Apprendere , come processo e capacità cognitiva , ha determinato la maturazione , sia a livello biologico , sia a livello conoscitivo l’esperienza .

MATERIA ( IMPULSO )  – ENERGIA ( MOVIMENTO / FORZA )  =

CASUALITA’ –  ESPERIENZA ( UN DATO DI FATTO ) . . . . . . . .  . . .

FORZA DELLA NATURA UMANA , MA NON CONTROLLABILE DALL’UOMO .

L’uomo nasce all’interno di questo processo , perchè rappresenta il primo elemento , cioè ” la materia ” E NON SI PUO’ SOTTRARRE  AGLI ALTRI MOVIMENTI . Materia sta per vita ,  vita sta per processo , quest’ultimo sta per tappe di sviluppo attraverso la maturazione bio-psichica , poi arriva quella sociale . I primi uomini , che sono arrivati alla maturità , perchè la mortalità , le avversità dell’ambiente erano  tali da . . . .  , si saranno trovati si , ha dover rispondere ai bisogni primari di nutrimento , di riposare , di proteggersi dal freddo , dai pericoli ma , come noi sappiamo bene l’uomo prima ha dovuto padroneggiare il mondo esterno ( e qua prende forma la religione , la comprensione dei fenomeni naturali , la migrazione , costruire capanne ecc ecc ) , e poi ha potuto indirizzare l’attenzione verso di se . Arriviamo all’uomo pensante , tramite l’unione di queste due forze apparentemente opposte , ma necessarie all’umanità , perchè l’esterno e l’interno , sono elementi della stessa materia . Non esiste il fuori , se non esiste il dentro . E l’uomo è corpo fuori e dentro , e la sua tracciabilità è disegno storia , memoria . Queste due entità sono , poterebbero essere Fuori  ” la storia ” e il dentro ” la memoria ” .

Perchè organizzarsi  ?

Perchè la materia , in balia della sorte risponde a degli ISTINTI , altrettanto naturali COME LA (  SOPRAVVIVENZA , LA SESSUALITA’ ) . Per me , i fattori che hanno spinto lo staccarsi dal mondo naturale l’uomo , sono stati dettati dagli istinti . Se l’istinto sta per naturale ,  esso non può essere represso ma solo incanalato , educato , diremo noi oggi . Il forte odore di sessualità , che si crea tra due persone è forza ( cioè materia ) , perchè dall’unione nasce ” materia ” , cioè filiazione . Dunque l’uomo , lotta per la sopravvivenza , intesa ” bisogni primari ” , poi la maturazione sessuale sviluppa non solo l’unione intima , ma l’affetto , la protezione , il desiderio , quello che noi  chiamiamo ” famiglia ” e cosi abbiamo le prime forme di ” tribù ” ristrette . Formatesi le prime forme di ” convivenza ” , l’uomo forse , se ne rende conto della potenza dell’unione , in tutte le faccende necessarie , alla sopravvivenza ( cacciare , costruire utensili , capanne , difendersi ) . Questa determinante deve essere stata decisiva ,  nel processo dell’evoluzione . Se la convivenza produce sempre movimento , essi hanno sentito il bisogno di comunicare ( un’altro istinto di sopravvivenza ) , e gestualità , suoni , produzione dei suoni produce un idioma di segni , simboli unificati per tutti , che migliora la comprensione tra di loro . Comprendersi è un processo che promuove un risparmio di energia , sia a livello cerebrale sia a livello fisico , dando poi via ai concetti , ed ecco che abbiamo un altro pezzettino fatto . Se il passaggio dalla convivenza , alle tribù ( forme di società ) con regole , doveri , gerarchie hanno prodotto ” una materia organizzata ” pur non sottratta alla legge della causalità , essi hanno dovuto domare a questo punto essi stessi .

Ne svilupperò l’argomento in un prossimo articolo .

Grazie .

Annunci

2 pensieri riguardo “C’è davvero un’ordine universale all’origine del mondo ?

  1. Che l’essere umano sia una “tabula rasa” al momento della nascita, dipende dalle teorie che si seguono. C’e’ la teoria dell’evoluzionismo e ci sono teorie che suggeriscono invece la “rimembranza”. Secondo queste ultime, l’uomo non apprende, ma “ricorda”. Se l’uomo apprendesse soltanto in base all’esperienza, non sarebbe in grado di formulare concetti che nel mondo fenomenico non esistono. Se ci fosse solo l’esperienza, non esisterebbe la “fantasia”, non esisterebbe l'”utopia”, non esisterebbe la “religione”. Chissa’ quante cose non esisterebbero…

    Mi piace

    1. Buongiorno . Non voleva essere un articolo di psicologia , ho nominato Rousseau , perchè il primo a occuparsi dell’educazione del bambino . Certo che siamo nel lontano 1750 , ma il suo pensiero fù comunque rivoluzionare , tant’è che al università te lo fa studiare , ancora oggi . Quando ero incinta , cioè 2 anni fa , ho letto un articolo su una rivista scientifica internazionale , di cui non mi ricordo il nome , dove sostenevano che il bambino dai 7 mesi di gestazione , ha una predilezione per la voce della mamma e per la musica light . Ho fatto ascoltare tanta musica a mia figlia , in gravidanza , adesso ha due anni e un forte impulso per essa . Non so se centra qualcosa , ma sia il nido , educatrici , parenti , noi genitori vediamo ” una certa naturalezza ,” di esprimersi . Quindi come può vedere , l’uomo rimane ancora ” l’essere ” più complesso e sconosciuto all’uomo stesso . Il patrimonio filogenetico è molto più ricco di quanto i scienziati possano pensare e immaginare . Grazie .

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...