AUTONOMIA NEL BAMBINO

Risultati immagini per due persone per la mano

Vediamo com’è definito il concetto di ” autonomia ” in alcune discipline e come viene declinato  nell’educazione di oggi .  In filosofia s’intende ” il darsi da sé la propria legge ” , in quanto esprime la condizione di chi non agisce  né in conseguenza degli impulsi provenienti dagli istinti e dalle passioni , né in base a norme imposte dal di fuori . Per Kant essa si oppone all’eteronomia è , ha il carattere della volontà pura , in quanto è determinata per la sola forma universale della legge morale  .  In psicologia essa diventa un processo di sviluppo desiderabile, nel far acquisire competenze  al bambino sulla propria vita e responsabilizzarlo verso di essa . Ed ecco che indipendenza / autonomia potrebbero diventare sinonimi e con quest’ultima avere la possibilità di ampliare il tema . L’autonomia è la capacità di un individuo di fare le cose in un certo modo , con un determinato stile , attuare un progetto in linea  con gli aspetti individuali che rispecchiano un adattamento ad altri contesti culturali , sociali , economici ecc . Quindi , per sviluppare l’autonomia nel bambino significa lavorare nello stesso tempo su più piani psico-sociali ( adattamento , socializzazione , relazione , capacità di saper esplorare l’ambiente circostante , promuovere la curiosità , saper dominare e gestire le proprie emozioni , empatia ,  buone riuscite nella conquista dell’oggetto permanente , fiducia , grado alto di tollerabilità è così via ) . Come vedete l’indipendenza non è un processo unico e unidirezionale , ma una conquista che avviene con il passare degli anni , attraverso diverse conoscenze dirette della vita e un buon ” scaffolding ” . Lo scaffolding è quel processo attraverso quale l’adulto offre un impalcatura , un azione di sostegno che rende il bambino capace di risolvere un problema , di condurre a buon fine un compito   Senza il quale il bambino avrebbe messo più tempo . Nello scaffolding l’adulto può essere sostituito anche da un bambino più grande. Importante in questo passaggio ,anche la relazione che sorregge sia la vittoria sia la sconfitta del compito .

Con Vygotskij , parliamo di   zona di sviluppo prossimale ( ZSP ) , da cui teoria si determina che ”  apprendimento e sviluppo ” siano interdipendenti . Anch’esso accentua l’importanza del coetaneo : i due coetanei se sopportati nell’affrontare la prova , rivelano un grado di sviluppo diverso tra loro , collegati alle personali abilità e cognitiviste . Nei compiti entrambi bambini evidenziavano uno scarto ,tra ciò che riuscivano ad affrontare da soli oppure sostenuti , questa zona Vygotskij la chiama ZSP : essa definisce quelle funzioni che non sono ancora maturate , ma che sono nel processo di maturazione . Il livello reale di sviluppo caratterizza lo sviluppo mentale retrospettivo, mentre ZSP caratterizza prospettivamente lo sviluppo mentale. Dunque abbiamo accurato che l’autonomia serve al buon funzionamento bio- psichico che più tardi includerà anche la sfera sociale , in quanto la cultura è un insieme di regole , strutture che per chiamarsi tali , hanno bisogno di essere funzionali all’individuo e viceversa .

Come si promuove l’indipendenza ?

” Nessuno è di per sé abbastanza vigoroso da emergere ,

sopra la stoltezza , occorra che qualcuno ti porga una mano ,

che qualcuno lo tragga fuori ” , Seneca

  • l’ esperienza diretta del bambino con la ” prova ” ( provarsi , mettersi alla prova , essere sottoposti alla prova qualificano la quotidianità nel reale : la prova diventa ” la misura del proprio stare al mondo ” che si apre tra prevedibilità e incertezza , tra la sorpresa e l’angoscia … ci si svela nell’azione ;
  • Natura e Cultura , il ruolo dell’ambiente si svela di importanza decisiva nello sviluppo ; il rapporto tra queste due determinante è di natura dinamica , ricorsivo – circolare : l’acquisizione del linguaggio sul piano individuale e biologico rappresenta una maturazione , ma sul piano culturale rappresenta un modellamento da parte della cultura in cui si è inseriti ;
  • Tra formale e l’informale ; il rapporto tra ” prova ” – educazione , il formale ( cioè istituzionale ) e quella informale ( proveniente dal contesto famigliare , di appartenenza , sociale ) …
  • L’apprendimento come prova , cosi come il concetto di sviluppo , anche l’intero percorso di apprendimento può essere considerato , una continua ” prova ” : un confronto costante con le interpretazioni del reale e la personale consapevolezza …
  •  Ricercare    una continuità tra perdite e acquisizioni …
  • Difficoltà , come prova di orientamento …
  • Il ruolo dell’educazione …
  • Verso una frustrazione ottimale ! …
  • Tra permissivismo e autoritarismo …
  • L’adulto in scacco !

La pedagogia ha come compito quello di promuovere l’integrazione , prospettare il dialogo tra le diverse dimensioni dell’uomo . Si declina cosi ” insegnare ad affrontare le prove ” : né un temerario  , che supera senza alcun sforzo qualsiasi sfida , né un essere vulnerabile , perennemente straccio , in balia di altrui forze . Subentra se vogliamo in termini più semplicistici , il buon senso .

Dunque abbiamo accurato che l’autonomia tanto desiderata dalla società di oggi , perché si prospetta un avvenire ” complesso ” per i nostri figli , è compito multidisciplinare e impegnativo . E’ se vogliamo , come la frase famosa di Freud ” il miglior genitore è quando il figlio riesce a fare a meno di lui ” , cosi anche l’autonomia si testa quotidianamente sin da piccoli , ma si ha la certezza di una piana realizzazione e consapevolezza del sé , solo in età adulta , quando ci si attua i riti di passaggio con responsabilità e altruismo .

Grazie.

 

Annunci

8 pensieri riguardo “AUTONOMIA NEL BAMBINO

    1. In realtà , volevo scrivere dell’autonomia perchè importante nel promuoverla ed essere consapevoli della sua non opportunità di crescità , poi te mi hai dato l’assist ” forse ” . Tra psicologia e pedagogia a volte i confini sono fini , ma significativi per metodologia e obbiettivi . Grazie .

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...