L’individuo neoliberale

58617576-esplosione-di-polvere-colorata-con-lo-spazio-vuoto-per-il-testo-isolato-su-sfondo-nero” Solo nella comunità ( Gemeinschaft ) con altri ciascun individuo ha i mezzi per sviluppare in tutti i sensi le sue disposizioni , solo nella comunità diventa possibile la libertà personale ” 

 

Il sentimento della libertà si manifesta nel passaggio da una forma di vita ad un”altra , fino a che quest’ultima non si rivela una forma costrizione. Così, alla liberazione segue una nuova forma di sottomissione • il destino del soggetto è quello di essere ” essere-sottomesso ” . Oggi siamo nel transito da soggetti sottomessi a progetti liberi , che delineano e reinventano se stessi in modo sempre nuovo . Questo passaggio è fatto nel segno della libertà , nascondendo però ” un ulteriore costrizione del soggetto a obblighi interni e costrizione autoimposte , forzandosi alla prestazione e all’ottimizzazione ” .  viviamo in una fase storica , in cui la stessa libertà genera costrizione . 

Il soggetto di prestazione, che si crede libero , è in realtà un servo : un servo assoluto nella misura in cui sfrutta se stesso senza un padrone . Il soggetto assolutizza la nuda vita e il lavoro . Esse sono le due facce della stessa medaglia . A questo servo neoliberale è estranea la sovranità , in quanto il lavoro genera, essere servo del lavoro . Come imprenditore di se stesso , il soggetto neoliberale è incapace di rapportarsi agli altri in modo libero da costrizioni . Non esiste nessuna relazione di amicizia disinteressata, eppure essere-liberi originariamente significa essere tra amici . Questo regime produce tanta solitudine .

Il neoliberalismo è un sistema molto efficace a produrre sfruttamento , anche quello intellettuale : viene sfruttata ciò che rientra nelle pratiche e nelle forme espressive della libertà , come l’emozione , il gioco e la comunicazione .

Siamo imprenditori di noi stessi e ci mettiamo in una dimensione lavorativa di competere con la concorrenza . La libera concorrenza , che si fonda sull’idea della libertà individuale , è soltanto ” la relazione del capitale con un’altro capitale ” . In cosi modo esso , il capitale riesce a riprodursi rapportandosi a se stesso come un’altro capitale . Esso sfrutta la libertà dell’individuo per riprodursi . In questa dinamica entra in conflitto la forza-lavoro e i rapporti di produzione dominanti ( rapporti di proprietà e dominio ) . Uno vuole controllare l’altro , questa contraddizione porta ad uno squilibrio sociale . Questa lotta è insuperabile . 

Nella società neoliberale chi fallisce , invece di mettere in dubbio la società o il sistema , ritiene se stesso responsabile e si vergogna del fallimento . Oggi non lavoriamo più per i bisogni nostri , ma per il capitale , esso sviluppa bisogni propri , che per errore percepiamo come nostri .

Grazie .

FONTE : PSICOPOLITICA , Byung-Chul HAn .

LILIANA .

Annunci

5 pensieri riguardo “L’individuo neoliberale

  1. L’uomo e’ un animale sociale. L’individualismo esasperato porta solo solitudine e sfruttamento. Il genio che sorpassa tutti gli altri e da solo si muove verso il soddisfacimento del proprio utile; quel genio, non serve all’umanita’…. con buona pace di Friedrich Nietzsche, filosofo che pure ho tanto apprezzato in gioventu’. E con buona pace dell’atteggiamento neoliberista dei nostri imprenditori, che tendono a produrre all’interno delle loro aziende un individualismo e una competizione esasperati ed esasperanti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...