A Vercelli di nuovo la maestra ” orca “

IMG_0353L’indignazione è davvero tanta, non né possiamo più di tanta violenza e crudeltà nei confronti dei più deboli. Tutti sui social denunciano la necessità delle telecamere e sulla signora, parole poco carine. Io dico che tutti i lavori a forti impatti emotivi che inevitabilmente si incrociano con la vita privata, non sono idonei per molti.  Questa idoneità di non saper gestire lo stress, di padroneggiare le proprie emozioni sono caratteristiche del comportamento professionale che vieni osservato sin da subito. Ci sono campanelli d’allarme che indicano chiaramente che non sei idoneo,  e i colleghi, dirigente sono responsabili quanto questo mostri, perché essi hanno in mano uno strumento importante, ossia l’osservazione e la possibilità di denunciare subito.

Un sistema scolastico,

prima di essere formativo deve essere educativo, iniziando dal personale. La  selezione deve avvenire dai bachi di scuola, tirocionio, prime esperienze lavorative. Lo sapevate che nei paesi Scandinavi  la selezione e i concorsi più difficile appartengono a queste categorie di professioni. Nessuna altra categoria non deve superare i test come gli insegnanti, educatori. E perché?

Notizia di questa settimana, in Svezia chiudono i carceri perché non ci sono detenuti? In Olanda accade lo stesso fenomeno. Come vi pare la notizia? Pensate per caso che i nordici non sono criminali, ladri? Certo che si, solo che lì affrontano seriamente la questione dell’educativo e rieducativo. Le punizioni non devono essere medievale, perché ormai è assodato scientificamente, che si impara meglio e più in fretta attraverso un clima e un trattamento umano. Poi sicuramente la punizione serve perché anche essa fa parte di un sistema educativo, incentrato sull’apprendimento delle regole, norme, responsabilità.

Ecco cosa si deve fare con queste categorie di persone a rischio burn-aut, controllarli periodicamente, decidere se possono oppure no continuare a svolgere il loro lavoro, sostituirli, licenziarli quando necessario e incarcerarli quando ancora più necessario, in sedi di recupero.  Basta bambini maltrattati per colpe altrui.

Oggi il sistema formativo prima di dare un pezzo di carta che attesti la capacità la vorativa in un determinato campo, si dovrebbe capire molto prima se quella persona puo fare o meno questo lavoro. Sono tanti studi che attestano la validità di una corretta lettura dei comportamenti, tic nervosi, postura, storia famigliare, capacità di elaborazione, espressione del viso . . . .  Perché non vengono effettuate in gruppi di presunti lavoratori in campi delicati e a forte investimento emotivo?

Liliana.

Annunci

Un pensiero riguardo “A Vercelli di nuovo la maestra ” orca “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...