Le baby gang

IMG_0364L’adolescenza da sempre rappresenta una fase di sviluppo difficile e piena di insidie, che mette a dura prova sia la famiglia sia l’adolescente. Essa si caratterizza per moltissimi cambiamenti a livelli differenti: emotivo, fisico, ormonale, sociale. Mettere insieme tutti questi pezzi e saperli  gestire è davvero molto impegnativo, ecco per quale motivo questa delicata fase va affrontata insieme alla famiglia. La famiglia è di supporto quando essa ha adempiuto ai suoi ruoli educativi e affettivi, nei anni precedenti all’adolescenza. Altrimenti perde terreno di fronte ai molti episodi di trasgressione da parte del ragazzo.

Dagli anni 40′ con Anna Freud si era affrontato il problema dell’adolensceza e la sua particolarità specifica: turbolente fase di sviluppo che da sempre a interessato i scienziati. I  studi sono andati avanti, ma l ‘iniziale intuizione, che essa riempie emotivamente i spazi di una infanzia perduta non è mai crollata e tantomeno smentita.

Se la società che stiamo vivendo è tinta sempre più di incertezza e abbandono, il futuro non è di meno, anzi molto preoccupante e difficile da tutti i punti di vista: psicologico, sociale, lavorativo, scolastico, politico.

Da anni la sociologia insieme ai studi delle scienze educative analizza i differenti fenomeni che coinvolgono i teenager  in tutto il mondo. I social network aumentano l’ampiezza del fenomeno perché postate le cosiddette bravate  e condivise, danno ai ragazzi un senso di onnipotenza e falso benessere.

Elleghiamo un po’ di fenomeni che non solo, sono fortemente devianti ma hanno fatto anche delle vittime: Balconing è una pratica nata in Spagna e consiste nel saltare da un balcone o finestra dai piani più alti di un palazzo, direttamente all’interno di una piscina o un altro balcone; Car Surfing consiste nel salire sul tettuccio di una macchina  in movimento, passando dal finestrino e abbandonare lo sterzo della propia auto lanciata a forte velocità; L’eyeballing è una pratica estrema legata al consuma di alccol, si fa aderire all’occhio il collo della bottiglia piena di alcool e si versa come se fosse un collirio. In questo modo l’alcool è immediatamente assorbito dalla mucosa oculare e provoca uno sballo assoluto.

Le baby gang sono uno di questi fenomeni gravi  e criminosi verso gli altri, che si diffondono con la violenza e aggressione fisica.  Non c’è una vittima prescelta, ma lo sballo è ancora più eccitante perché la vittima è scelta a caso, quindi anche noi possiamo essere le prossime. È un fenomeno molto preoccupante perché coinvolgono i giovani, giovanissimi che sono i deliquenti di oggi e i criminali di domani. Le vittime finiscono quasi sempre al pronto soccorso con gravi danni fisici, ma anche e soprattutto compromessi psicologicamente per sempre.

Arrestare questo fenomeno non è facile perché dietro a esso come sempre c’è un nucleo famigliare difficoltoso e segnato dalla povertà sociale e economica, in molti casi. Come sempre l’educativo si trova tra le mani un’emergenza che va tamponata e rimarginata non solo attraverso la scuola, ma lavorando in rete con tutto il territorio, inteso  qua come le comunità, le palestre, le periferie. A mio avviso dovrebbero scendere in campo lo stato e dare disponibilità economiche importanti a tutte le agenzie formative e sostenere tutte quelle attività di supporto all’adolescenza e famiglia. A differenza degli altri comportamenti, che coinvolgono il gruppo nel compiere atti devianti e di sballo verso se stessi, ques’ultimo compor  agisce come una gang criminale verso l’esterno.

Grazie.

Liliana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...